domenica 12 febbraio 2017

Druse naturali e Druse artificiali.



Ciao a tutti,
oggi vorrei parlarvi di quelle strane pietre "zuccherine" di cui sono fatti
molti pendenti, anelli e orecchini di ultima generazione:
 le Druse.
Forse le conosciamo meglio come Druzy.

Questa è una Drusa naturale:
quarzo citrino
Accattivante, vero ?
In natura, le druse, sono l'aggregazione di cristalli impiantati per un'estremità su una roccia e liberi di accrescersi all'estremità opposta.
 
Queste, invece, sono druse artificiali con cui ho costruito i miei orecchini.




Negli ultimi mesi queste "piastrine" dall'apparenza ghiacciata
e cangianti, sono diventate molto popolari
proprio per la loro varietà di forma e colore e per il loro prezzo.



 
 
 
Le Druse naturali, si formano lentamente nel corso di milioni di anni e appaiono come l'ultimo strato di crescita di cristalli su un'Agata o su un'altra base.
 
Sono veramente affascinanti e bellissime, ne ho scelte alcune da farvi vedere:
 
Ametista

Possono essere costituite da quarzo e da ogni tipo di minerale che si trova in questa tipica forma "a piastra", come il Granato, la Calcite, la Dolomite e la Malachite.
 

Quarzo citrino
Essendo costituite da molti piccoli cristalli, hanno un aspetto vellutato e morbido al tempo stesso.


Anche le Druse naturali, non sono costose come le pietre sfaccettate
(dipende dal colore e dalla dimensione delle pietre),
e hanno vivacità e colore e possono essere tagliate in varie forme con facilità.

Sono molto belle e appariscenti e


Fluorite
questo le rende ideali per la creazioni di gioielli e



Cristallo di rocca
se all'apparenza sembrano delicate, in realtà un gioiello creato con le druse è piuttosto resistente. 
Ce ne sono di varie misure e i colori piu' comuni sono: 
il bianco, il giallo, il marrone, il rosso e l'arancione.


I minerali  che si presentano piu' frequentemente sotto forma di druse sono la pirite, il quarzo, l'ortoclasio e la fluorite.


Estrarre una drusa non è  particolarmente complicato ma va fatto
con molta attenzione in quanto non si scheggia ma puo' danneggiarsi facilmente.





 



Nel caso del più comune quarzo, che si trova agli ultimi stadi della crescita all'interno di un Geode di Agata,  i pezzi sono tagliati fuori dal nucleo.




Esempi bellissimi di Druse sono la Chrysocolla blu' del Perù o la Calcite rosa brillante,del Congo.


Chrysocolla blu' del Perù
 
Calcite rosa brillante del Congo.
 
La maggior parte del quarzo commerciale Druzy viene dal Brasile.

http://whatisdruzy.com/what-is-druzy/

 
Sia quelle naturali, che le naturali trattate, che le nuovissime artificiali, sono ideali per creare dei gioielli.
 


Wulfenite, la mia preferita


Le druse di Agata, per esempio, sono facili da colorare e si possono raggiungere tante diverse sfumature di colore.

A volte, invece, i cristalli vengono rivestiti con una pellicola di oro, di platino, d'argento, o di titanio.

Quando la drusa è ricoperta da titanio, raggiunge colori come il cobalto, il viola, o i colori

dell'arcobaleno.




E' una pietra che mi diverte e che si lavora con facilità, il  colore naturale o trattato, la rendono adatta a creare qualcosa di insolito e vivace.

Spero di non avervi annoiato troppo : ) . 




















2 commenti:

  1. Ciao, grazie per quest'interessante articolo sulle druse, non sapevo nemmeno che si chiamassero così. Sono davvero bellissime ed effettivamente fanno la loro figura in un gioiello; le mie preferite sono la crisocolla blu e la calcite rosa brillante.

    RispondiElimina
  2. Ciao, piacere di conoscerti !
    Scusa se ho tardato a risponderti ma non sono piu' abituata a ricevere commenti ai post...
    Poveri blog soppiantati da Facebook.
    Ti ringrazio per la tua visita, la Crisocolla blu' e la Calcite rosa sono molto belle con i loro colori pastello ma brillanti.
    Le mie druse preferite sono quelle con colori aranciati come la Wulfenite o il quarzo citrino. Torna a trovarmi, mi farebbe molto piacere.

    RispondiElimina

Visualizzazioni totali