mercoledì 27 febbraio 2013

Scale, scalette e scalini - Scale famose e non, mescolando antico e moderno




Henri Cartier Bresson


(Dal mio blog su Wordpress, uno dei miei post senza fine....
ovvero in continua crescita.)

Da bambina, arrivata in cima alle scale di un palazzo, mi appoggiavo alla balaustra e con la testa penzoloni osservavo per un po’ giu’ la tromba delle scale.
Quella spirale perfetta che diventava mano a mano piu’ piccola aveva su di mè quasi un effetto ipnotico e mi chiedevo come facessero i costruttori ad essere cosi’ precisi.

Mi piace soffermarmi sul tipo di materiale di una scala, l’epoca, il disegno, la destinazione, l’impatto con l’ambiente che la circonda ecc. sempre con passione
e allora eccole quà.

Alcuni esempi di scale famose e non,
che hanno solleticato la mia intelligenza e colpito la mia immaginazione:




Certosa di Padula
 

 
Scale creative di una residenza privata a Stoccolma designed by Gabriella Gustafson and Mattias Ståhlbom. [link]


 
63110_4433611835688_573828571_n


 
 
 



 


Libreria Ielo, Porto - Portogallo


Scala de l' Opera di Parigi
 
 


397986_391586807597440_880921180_n
Scala di Leonardo da Vinci, La Rochefoucauld, Parigi

 
il_570xN_343590336



 
 
 














Scala dei Musei Vaticani, la particolarità di queste scale é che scendendo,
lo spazio tra i gradini diminuisce.



Brunate, Faro Voltiano
 

Napoli sotterranea - scala scavata


 

Castello di Hartenfels, Torgau, Germania
 

 

Scala di un Ufficio della Pubblica Amministrazione in Germania
 


 

Scale ad ali, Palazzo dello Spagnuolo, Napoli
 

Un sito che mostra, indaga, presenta solo scale è: stairporn (sottotitolo: “stairs, and nothing but”, scale e nient’altro). Per i fanatici delle maniere di andare da un piano all’altro, viste in tutte le declinazioni possibili: storiche e contemporanee, famose o anonime, esteticamente curate o semplicemente funzionali.
 
 


 

 
Bellissima questa scala Feng Shui
 
Scala Contarini del Bovolo, Venezia
 




Scale del castello Albrechtsburg, Meissen - Sassonia







Pozzo di S. Patrizio - Orvieto

Il Sangallo, disegnò questa doppia scala a chiocciola del Pozzo di san Patrizio, composta da 248 scalini a rampa, sviluppata intorno ad un cilindro profondo 53,15 metri; il doppio percorso a spirale, è aerato e illuminato dall’ alto attraverso settanta finestroni. Note curiose della doppia scala è la somiglianza (geometricamente parlando) con la struttura a doppia elica del DNA scoperto circa 420 anni dopo la costruzione del pozzo, e il gioco della prospettiva visiva, nel senso che, chi scende si trova ad affacciarsi proprio di fronte a chi sale, mentre gli appare distante chi procedendo nella stessa direzione, si trova appena qualche passo sopra o sotto.
                                                                 
                                                                     §§§§§§§§§§§§§§§§
 
Queste, invece sono le scale del Palazzo da regaleira a Sintra in Portogallo.
molto simili, vero ?
 
 
 
 
Scale sospese:
 
 



 
 
 
Eric Johansson - Snurrtrappa
Olafur Eliasson, Kpmg Building - Monaco

 


Infine, scale famose di “casa mia”.
 
Il campanile del Duomo di Pietrasanta le cui scale per la loro complessa invenzione, nonché la stessa straordinaria monumentalità della costruzione (che appare decisamente ‘fuori scala’ per la dimensione urbanistica del piccolo centro versiliese), autorizzano a supporre un ‘inventore’ di caratura artistica che piacerebbe identificare col genio divino e capriccioso dello stesso Michelangelo.
Gabriele Morolli
 
http://www.dipsac.unifi.it/CMpro-v-p-233.html









http://www.ideare-casa.com/le-11-scale-dinterni-piu-linkate-in-rete/
http://www.toxel.com/inspiration/2008/11/22/unusual-and-creative-staircase-designs/
http://www.oobject.com/category/most-beautiful-spiral-staircases/

Interessante è anche il sito dei vigili del fuoco che ne mostra le varie tipologie:
http://www.vigilfuoco.it/allegati/biblioteca/costruzioni2.pdf



 Ciao.





 

5 commenti:

  1. Ammazza hai fatto un lavorone a caricare tutte queste foto... sono una piu' bella dell'altra! Io adoro le scale a chiocciola proprio perche' richiamano le linee curve della natura.

    Grazie per questo post! Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per i complimenti
      e soprattutto per la tua visita.
      Buona giornata.

      Elimina
  2. Grazie a te cara Alex ! In effetti si' del lavoro ce n'è, (soprattutto quando blog ti sposta le foto dove vuole....)ma questo è uno dei miei post in crescita, cioè aggiungo anche foto man mano.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Che magnifica carrellata! Grazie, mi fai scoprire meraviglie!

    RispondiElimina
  4. Grazie, ne sono felice.
    Buona giornata.

    RispondiElimina

Visualizzazioni totali