lunedì 7 maggio 2012

Il nostro amato rame - Ritorno alle origini ?


Caldo, versatile, sobrio elegante o rustico, il rame che amiamo, ha iniziato ad essere apprezzato in gioielleria anche da noi ( gli anglosassoni ci hanno preceduto).

Già noto ad alcune delle più antiche civiltà di cui abbiamo testimonianze, la storia del suo impiego si stima vecchia di almeno 10.000 anni.
Per questo dico, stiamo ritornando alle origini.
Guarda caso il primo ritrovamento è stato un pendente
datato intorno al 9500 a.C in rame nativo, in una grotta dei
monti Zagros, in Iraq,

nel 7000 a.C. : in Turchia sono stati ritrovati altri oggetti in rame,

nel 5000 a.C. : segni di attività del raffinamento del rame a partire dai suoi ossidi minerali (malachite e azzurrite) mille anni prima di quelli relativi all'uso dell' oro.    
Il rame (in chimica Cu) si trova quasi sempre sotto forma di minerali e molto più raramente allo stato nativo sotto forma di  pepite.

Le principali miniere sono situate lungo la Cordigliera delle Ande e le Montagne Rocciose ;
i principali Paesi estrattori sono il Cile, il Perù, gli Stati Uniti, l'Indonesia,
l'Australia;
altre importanti miniere si trovano in Papua Nuova Guinea, Zambia, Canada, Paesi ex-URSS, Polonia e Finlandia.



L' Italia non è un paese ricco di rame, però le miniere, tutte medio piccole, sono presenti sul territorio dello stato. Le piu' importanti sono quelle di
Predoi e Montecatini Val di cecina, miniera di Camporciano.


http://it.wikipedia.org/wiki/Rame

È facilmente lavorabile, estremamente duttile e malleabile, ma non è idoneo a lavorazioni con asportazione di truciolo, perché ha una consistenza piuttosto pastosa;
è molto resistente alla corrosione per via di una patina aderente che si forma spontaneamente sulla superficie, prima di colore bruno e poi di colore verde o verde-azzurro. Non è magnetico ed ha una conduzione termica e elettrica elevatissime
( se ne saranno accorte le nostre amiche artiste del rame).

Ma anche l'ottone (lega di rame + zinco) o il bronzo ( lega di rame + un altro metallo, che puo' essere alluminio, nichel berillio o stagno) si stanno facendo strada nel campo della gioielleria; apprezzati o disprezzati, come il rame.


Sapevate che il rame è batteriostatico, cioè combatte la proliferazione dei batteri sulla sua superficie ?

Ad oggi il rame è quotato circa 5,80 euro al kg.

Purtroppo non riesco a fotografarlo bene.
Mi rimane sempre piuttosto scuro, come si puo' vedere sotto:




Rame, perle di fiume e rondelle Swarovski.











Spero di esservi stata un po' utile. 
Buona giornata.

4 commenti:

  1. Eccomi... :) il rame è il mio materiale preferito, mi piacerebbe imparare a lavorarlo per fare i miei componenti.
    Sono belli entrambi gli orecchini... però il gattozzo è il mio preferito! Vado matta per i gatti, anche quelli grandi e grossi...
    Ciao
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici Anna....
      Sto' iniziando a procurarmi il materiale: cesoie, lamina ecc.
      Sono belli i micioni, vero ?
      Io ho una femmina tigrata grigia ma mi piacerebbe avere anche un gattozzo rosso bello cicciotto.
      Purtroppo sono un po' costosi per quanto riguarda le cure mediche....
      Buona giornata carissima e GRAZIE.

      Elimina
  2. Grazie di questo bel post e di queste preziose informazioni!!!
    Ehm si mi sono accorta che è un ottimo conduttore...usare sempre le pinze con i manici in plastica.
    Posso condividerlo su Facebook? Mi piace proprio. Belli gli orecchini con la gabbietta!!! Per le foto prova a lasciarti la finestra alle spalle o di lato

    ciao Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Grazia che puoi condividerlo !
      Grazie tante anche per il suggerimento, provero'.
      Buona giornata.

      Elimina

Visualizzazioni totali