mercoledì 1 febbraio 2012

La candelora e il giorno della marmotta

Per la candelora
se c’è sole o solicello siamo ancora a mezz’inverno,
o che nevica o che piova dell’inverno siamo fora,
se c’è sole e tira vento nell’inverno siamo dentro.



Questa festa è chiamata cosi' perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti", come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della sua presentazione al  Tempio di Gerusalemme, che era prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi.



Ma il 2 febbraio era anche una tradizione pagana, con il festeggiamento di Giunone Februa (da cui febbraio) e celtica (Imbolc), con la celebrazione della fine del periodo di massima oscurità e l'inizio della luce. Siamo infatti a metà strada per la Primavera. In Irlanda la tradizione celtica è stata assorbita dal giorno di santa Brigid di Kildare.
In Francia oggi si preparano crepes di tutti i tipi.


Nella mia parrocchia facciamo una piccola processione con le candele accese dall'asilo che è proprio accanto a casa mia, fino alla chiesa li' vicina.
Arrivati in chiesa le candele vengono benedette, spente e poi si inizia la Messa.
Anni fà le candele, che portiamo a casa, venivano accese per scongiurare l'arrivo della grandine e in caso di malattia di un congiunto.

Groundhog day negli Stati uniti e Canada


La tradizione vuole che in questo giorno si debba osservare il rifugio di una    marmotta. Se questa emerge e non riesce a vedere la sua ombra perché il tempo è nuvoloso, l' inverno finirà presto; se invece vede la sua ombra perché è una bella giornata, si spaventerà e tornerà di corsa nella sua tana, e l'inverno continuerà per altre sei settimane.




Ciao ciao.

5 commenti:

  1. Quante cose belle scrivi, le trovo sempre interessanti. E' una marmotta model!
    Ciao Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna hai visto che bella che è la marmotta ?
      Cicciottella e pelosa mi vien voglia di metterla assieme alla mia gattona e vederle dormire assieme.
      Grazie per i tuoi complimenti,
      per me i vecchi detti sono come perle da tenere bene e su cui riflettere.

      Elimina
  2. A me piacciono tanto gli animali... poi grassottelli!!
    Anch'io ho una gatta,di nome Miele e si acciambella sulla nostra tastiera del computer o su di un vecchio monitor di mio marito, quando è acceso.
    Ciao
    Anna

    RispondiElimina
  3. Complimenti per la scelta della foto della marmottona.. troppo simpatica!! Sembra una donnona tutta impellicciata coi dentoni in fuori := E' già diventatta sfondo del mio schermo!

    Ciao:)
    Elena

    RispondiElimina
  4. Grazie Elena !
    Vien voglia di prenderla in braccio...

    RispondiElimina

Visualizzazioni totali